Città di Castello: un nuovo mezzo di trasporto disabili per La Rondine

691

In dono grazie al progetto ‘Città ad impatto positivo’, realizzato dalla società benefit P.M.G. Italia, in collaborazione con il Comune e la stessa cooperativa

Città di Castello tra i destinatari del progetto ‘Città ad impatto positivo’ promosso dalla società benefit P.M.G. Italia in collaborazione con il comune e la cooperativa La Rondine. Un progetto che si è basato su tre macro aree, inclusione sociale, ambiente e formazione e che ha visto diverse imprese del territorio protagoniste sul fronte delle donazioni. Somme che in parte sono state destinate all’acquisto di un mezzo di trasporto per persone con disabilità che usufruiscono dei servizi della cooperativa La Rondine.

“Lo accogliamo con gratitudine e soddisfazione – dichiara il Presidente Luciano Veschi – perché ci sarà utile nel rendere ancora più puntuali ed efficienti i tanti servizi che realizziamo in tutto il territorio dell’alta valle del Tevere”.

Il mezzo, che è stato sgravato anche di ogni costo di gestione e manutenzione, potrà tornare utile  per l’attività della cooperativa agricola sociale La Rondine a Maccarello, come sottolineato dal Presidente Marco Romanelli.Gli altri fondi del progetto sono stati destinati alla realizzazione di un frutteto all’interno dell’area verde dell’istituto superiore Patrizi – Baldelli – Cavallotti e alla formazione su temi sociali degli stessi studenti. La giornata conclusiva del progetto si è tenuta in due diversi momenti mercoledì 5 aprile, con la mattina trascorsa a scuola e il pomeriggio nel palazzo comunale per la consegna del mezzo e i riconoscimenti agli imprenditori coinvolti. Cerimoniale, quest’ultimo, a cui ha preso parte anche l’Assessore alle politiche sociali del Comune di Città di Castello, Benedetta Calagreti.