Città di Castello: La Rondine protagonista dei centri estivi

56

In una conferenza stampa presentata la collaborazione con Polisport e Comune

Dopo aver raccolto numerosi consensi e tante visualizzazioni all’interno della propria pagina Facebook, nel periodo del lockdown, la cooperativa La Rondine di Città di Castello è ripartita alla grande, divenendo sul territorio un vero e proprio riferimento per i centri estivi. Quest’anno il Presidente Luciano Veschi e i suoi soci hanno messo in atto una preziosa collaborazione con Polisport, struttura sportiva di primissimo livello e il Comune di Città di Castello.

Dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 18 e volendo anche in modalità part-time (8-14) ai giovani è stata data la possibilità di misurarsi con diverse attività sportive, usufruendo dei moderni impianti di Polisport e allo stesso tempo di dedicarsi ad attività ricreative e formative. Il tutto sotto la guida di istruttori ed operatori qualificati, coordinati dal responsabile Marco Romanelli.

Un’iniziativa molto apprezzata sul territorio, tanto che sono state chiuse le iscrizioni fino ai primi giorni di agosto e tale da ricevere la giusta cornice mediatica all’interno di una conferenza stampa che si è tenuta presso il Centro Polisport nella mattinata di giovedì 2 luglio, alla presenza di numerose personalità dello sport regionale, su tutte il Presidente del Coni Umbria Domenico Ignozza e dell’Assessore allo Sport del Comune di Città di Castello, Massimo Massetti.

“Siamo molto soddisfatti – dichiara il Presidente della cooperativa La Rondine Luciano Veschi – per le risposte che abbiamo avuto dai genitori e di conseguenza dai figli rispetto ai centri estivi. Quest’anno abbiamo messo in atto una collaborazione molto importante con Polisport che ci ha consentito di utilizzare un impianto meraviglioso, dotato di strutture di altissimo livello. Ringrazio il Presidente Stefano Naldoni, così come il Comune di Città di Castello per il supporto all’organizzazione. Abbiamo ricevuto così tante richieste da aver occupato tutte le settimane da qui ai primi giorni di agosto, con ben 588 iscritti.

Il tutto si sta svolgendo e si svolgerà secondo le disposizioni governative nel rispetto dell’emergenza sanitaria, potendo contare sul marchio di qualità Edu-Camp attribuito dal Coni.

I centri estivi sono rivolti ai bambini di età compresa tra i 6 e i 13 anni e saranno aperti fino al 12 settembre, con la possibilità di creare 12 gruppi a settimana composti da un massimo di 7 bambini.